Volontariato a Medesano

"Per tutti, Con tutti!!!"

Escursione a Gemona

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

SABATO 14 GIUGNO 2014
ESCURSIONE A VENZONE E GEMONA DEL FRIULI (UDINE)
"Aspetti sociogeografici di una catastrofe sismica"

Programma
- Ore 4,45 partenza da Medesano (Piazza Marconi).
- Arrivo a Venzone (2.180 ab., m 230 s.l.m.) e visita guidata al Borgo medievale, Duomo, Cripta delle Mummie, Museo Tiere Motus e Mostra permanente "Foreste, Uomo, Economia nel Friuli" (ingresso: Euro 5,00 da pagare in loco).
Il paese è situato tra le prime propaggini delle Prealpi Giulie nello stretto piano sulla sinistra del Tagliamento. Antica cittadella fortificata, uno dei più illustri centri storici del Friuli e certamente il più integro tra quelli medievali grazie ai vincoli edilizi, è stata quasi completamente rasa al suolo dal catastrofico terremoto del 1976. E' stata realizzata una faticosa opera di ricostruzione  che ha però suscitato non pochi dilemmi ed incertezze; si è assistito infatti a due diverse tendenze: quella di chi avrebbe voluto ricostruire tali e quali i monumenti scomparsi, recuperando magari gli stessi materiali, e chi invece avrebbe preferito lasciare le cose come stavano, preservando con strutture provvisorie quel poco che si era salvato e riedificando il paese altrove. La prima tendenza ha prevalso ed attualmente Venzone ha recuperato quasi completamente il proprio volto grazie ad una ricostruzione filologica dei suoi monumenti e del tessuto urbano generale.
Venzone è stato dichiarato nel 1965 Monumento Nazionale di grande interesse storico-artistico e nel 1991 la Comunità Europea lo ha riconosciuto "Villaggio ideale d'Italia". 

- Pranzo libero o presso ristorante convenzionato (primo, secondo, contorno, dolce, acqua, vino e caffè: Euro 25,00 da pagare in loco).
- Trasferimento a Gemona (11.300 ab., m 272 s.l.m.) e visita guidata alla città.
Grosso centro della bassa valle del Tagliamento, sorge, col suo nucleo più antico, su un ampio conoide alluvionale. Città simbolo della catastrofe del 1976, con quasi 400 morti e distruzioni per il 70 per cento degli edifici, si è guadagnata il poco invidiabile titolo di capitale del terremoto. Disastrosi, oltre all'ultimo, i precedenti del 1348 e soprattutto quello del 1511. Diversamente da Venzone, Gemona non è rinata esattamente com'era, ma si è limitata a ricostruire per anastilosi, pietra su pietra, solo i monumenti principali: il Duomo, il castello, il Palazzo Comunale ed i palazzi di Via Bini. Ciò non ha impedito al nucleo urbano di qualificarsi per la validità delle nuove scelte urbanistiche ed architettoniche.
- Rientro a Medesano alle ore 23.

Quota individuale di partecipazione 
- Euro 25,00.
La quota comprende: viaggio in pullman "Gran Turismo" e visita guidata a Venzone e Gemona.

Iscrizioni presso: 
- Biblioteca Comunale "Sandro Pertini", Via Europa, 9 a Medesano.
Orario di apertura: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 14,30 alle ore 19.

Per maggiori informazioni
- Tel. 0525-422098 (biblioteca) oppure 340-7860716 (Andrea Bisi).

L'uscita è organizzata dal Servizio Cultura e Biblioteca del Comune di Medesano con il patrocinio dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (sez. Emilia-Romagna), nell'ambito del percorso tematico "Prima della città, dopo la metropoli: alla scoperta dei centri minori".

Le foto di gruppo delle precedenti escursioni posso essere scaricate dal sito: www.aiiger.it